altri pensieri parte 3....
 

Ed eccoti lì a terra, ormai stanca, sfinita da un lungo viaggio, ed eccoti lì a terra lontana da casa, ma vicina ai sogni, ai tuoi sogni, con qualche estremo sforzo compi gli ultimi passi verso la fine, sapendo di essere lì perché lo volevi, nessun rimpianto, nessun dubbio, ora sai qual era la tua strada e sai che l’hai percorsa tutta, ed eccoti lì ormai immobile senza forze, senza paura pronta per l’infinito

E rimasi ammaliato, conquistato, stregato dal tuo viso, dai tuoi occhi, occhi di un azzurro infinito. E rimasi senza parole quando avrei dovuto dire. E rimasi senza fiato, senza respiro, non avevo mai visto e forse mai rivedrò niente di più travolgente, di più coinvolgente. E rimasi con l’immagine di te che rimarrà sempre in me.

Hai preso la mia anima e gli hai ridato vita, il cuore è tornato a battere, il sole a sorgere, la luna a splendere, le stelle a brillare, gli uccelli a cinguettare, la vita è tornata ad essere a colori, tutto ha ripreso vita, io ho ripreso a vivere…ora ci sei tu che sei la vita, la mia vita.

Allungo la mano nell'infinito, in quell'orizzonte lontano alla ricerca di te...

Mi piacerebbe vedere la gente vestita di se stessa...

Ogni giorno perdo pezzi di me, pezzi che vanno a formare un puzzle sbiadito e consumato di vita...

A volte vorresti solo che fosse già domani, andare a letto sotto le lenzuola e risvegliarti, ripartire senza pensieri, domande, che sia domani e via ….a volte vorresti che fosse ieri ma alla fine è solo oggi con un ieri e un domani e non è poco…

So che ho e avrò molti rimpianti...so che è così e sarà così perché sono e sarò così....semplicemente quello che sono....me stesso...

Un cuore sanguinante che galleggia in un bicchier di vino...

È mentre dai che hai. esserci mi fa essere. ogni gesto è e deve essere fine a se stesso.

Sono un idiota....basterebbe così poco indossare una maschera ed essere come gli altri.. sarebbe facile, ma quel poco è il tutto, forse non mi sentirei così, forse avrei molto di più, ma sarebbe senza valore, senza valori, non ne sono mai stato capace e mai lo sarò, la mia faccia è questa e non riesco mai a nascondere chi sono perché quello che penso, quello che sono, quello che si vede è quello che è...

Fermo, immobile ad osservare il cielo stellato, immaginando, sognando, sperando, il futuro, l'infinito, l'immensità di quello che ci circonda... un sogno, l'illusione, la follia, la lucida pazzia... semplicemente semplice... la vita... semplicemente Io.. un cielo, una stella, un sogno..

Mi addormentai pensando a te, pensando a noi, pensando ad ogni singolo momento passato con te, pensando al futuro e se anche ci saranno momenti tristi, momenti difficili non importa, perché tu sarai lì con me, sarai lì al mio fianco ed insieme a te nulla fa paura, nulla è impossibile. Mi addormentai sapendo che anche il sogno più meraviglioso, più fantastico è niente al confronto della realtà, nella realtà ci sei tu.

Ascolto il mio silenzio..ascolto la mia anima. meditabonda meditazione.

Siamo talmente abituati alla falsità che non crediamo più alla verità. e alla fine essere sinceri ci si rimette sempre.

Anima che vaga alla ricerca di un pizzico di follia.. di amore.

Con la mano sfiorai il tuo viso, il tuo braccio, le tue dita, la tua pelle così delicata, profumata destava in me sensazioni infinite, accarezzai i tuoi morbidi capelli e posai la testa sulla tua, mi persi nel tuo respiro, chiusi gli occhi e rimasi travolto da mille emozioni, mille sentimenti invasero la mia anima, ti abbracciai e ti strinsi forte a me con il desiderio che quel momento durasse per sempre....

A pensare di aver sbagliato tutto.... o di aver vissuto tutto o di aver vissuto poco...

È difficile essere me ma non potrei essere differente...

Mi sono perso nel tempo che sfugge via portandosi via pezzi di me.

Ogni volta che una persona se ne va cominciano a riaffiorare ricordi che neanche ricordarvi più.. ogni piccolo gesto..ogni piccola situazione tutto ritorna in te e da dentro te riaffiora per sbocciare in qualche lacrima..lacrime che formano una nuova stella nel nostro cielo..

Non ascoltare i sensi di colpa, se tutto quello che facciamo lo facciamo con il cuore ed essendo noi stessi non abbiamo colpe....

Ho pianto, ho riso, ho amato, ho odiato, ho vissuto, ho vissuto come ho voluto, senza mezze misure, senza compromessi, senza maschere, a volte sbagliando, a volte vincendo, a volte sarebbe stato facile indossare una maschera ed avere successo piuttosto che essere deriso, non creduto per la semplice verità, ma ho sempre pensato che alla fine essere se stessi paghi....e anche qui ho sbagliato e quindi morirò solo....

Essere tristi non serve a niente, bisogna sempre aver un sorriso per tutto e per tutti, da una cosa negativa tirarne fuori una positiva, dobbiamo essere noi i protagonisti della nostra vita senza farci condizionare da nessuno, niente e nessuno ci può togliere il gusto di vivere e di essere felici, la vita è una sola non c’è il tempo per essere tristi, bisogna viverla e godersela fino in fondo, mai avere rimpianti.

Vedere la gente felice mi rende felice, regalare un sorriso mi fa sorridere perché è mentre dai che hai.esserci mi fa essere..

La vita è breve, troppo breve, il tempo passa inesorabile e ogni attimo è unico e importante, ogni sguardo, ogni sorriso, ogni saluto è importante.

Un fazzoletto e il tuo odore e mille ricordi, un fazzoletto quante lacrime e mille ricordi. Aprii quel cassetto e quante emozioni, quanto passato era rinchiuso lì, un passato mai dimenticato e sempre vivo. Chiusi quel cassetto quasi accarezzandolo sapendo che una parte di me era e rimarrà lì, ma che ora ho un altro cassetto da riempire con nuove emozioni e nuovi ricordi.....

A volte si sente qualcosa dentro che ti prende e fa male, dallo stomaco, dal profondo e in quei momenti ho pianto, perché ne sentivo il bisogno, la necessità, ho pianto fino ad esaurire le lacrime senza fermarmi, ho pianto perché è giusto farlo, non bisogna averne paura, ma bisogna liberarsi, sfogarsi e ora che le lacrime sono finite posso ripartire più forte che mai. Le lacrime non rendono più deboli, ma più forti.

Non so cosa farò, dove andrò e con chi, ma so che qualcosa fqualcuno incontrerò e solo vivendo lo scoprirò, solo andando sempre e comunque avanti, a volte mi fermerò, ma poi ripartirò più forte che prima e con molte più certezze e consapevole che se anche la strada non finirà mai il senso è nel percorrerla il più possibile cogliendo ogni sfumatura, non c’è un solo traguardo, ogni passo è un traguardo.

Il silenzio racchiude tutte le risposte.

Non si va mai troppo veloce se si seguono le emozioni.

Mi rifugio nel tuo sguardo.. mi perdo nei tuoi occhi.. trovo l'anima..

Senza fiducia non ci può essere nulla, nessun tipo di rapporto vero..

L'amore deve esser fragile perchè è la cosa più preziosa che si possa avere e va tenuto, curato, vissuto con tutto noi stessi...

Ho sbagliato tutto perché quello che dico faccio…ma io sono semplicemente così, quindi sono sbagliato io….

Quanti successi, quanti obbiettivi raggiunti, quanti ancora da raggiungere, ma quante difficoltà, sbagli, quanti pianti, quante volte sono stato sul punto di rinunciare, ma poi fermandomi ed esaminandomi ho sempre trovato in me, dentro me in un posto che non conoscevo e ancora non so dov’è quel qualcosa, quella forza che mi fa andare avanti, forse un po’ di pazzia, ma se è così voglio continuare ad essere pazzo.

….a volte avrei bisogno di piangere, di urlare, a volte avrei bisogno di silenzio, di una spalla, di un sorriso, a volte avrei bisogno di uno sguardo, di una carezza, di un abbraccio, a volte avrei bisogno di qualcuno che non c’è, a volte si è soli anche se non lo si è……a volte è semplicemente così, fermo, immobile in silenzio ad ascoltare me stesso…

Ti ho visto ridere, piangere, soffrire, diventare ogni giorno più debole e alla fine volare via tra le infinite stelle quando avevo più bisogno di te, della tua protezione, dei tuoi consigli, mi hai lasciato piccola, indifesa, ancora incosciente della vita e di tutto quello che mi circondava, ma il tuo ricordo, il tuo calore è sempre con me, dentro me e non mi lascerà mai, mi manchi in ogni secondo e ogni secondo ti amo di più. E sei rimasto tu che dovevi proteggermi, guidarmi ed invece mi hai usato facendomi perdere quella sana innocenza di una bambina mostrandomi il lato peggiore della vita. Quante giornate buie, quanti pianti, giorni, mesi, anni, ma più soffrivo più diventavo forte, più diventavo forte più ti odiavo, finchè sono riuscita a scappar via e andarmene lontano, cercando di dimenticare e di trovare la pace. Dimenticare...sarebbe bello, ma certe cose non si dimenticano, ti segnano per sempre e si portano dentro come cicatrici che mai se ne andranno, ma ora in quel buio si sta facendo largo una nuova luce, una nuova forza che mi accompagnerà in questo nuovo cammino. Non ti perdonerò mai per quello che hai fatto, ma ora sto cercando di voltare pagina e sto ricominciando a vivere, a sorridere perché quella bambina ora è una ragazza forte e sicura di se, delle sue capacità. Ora ho ricominciato a sognare e ad inseguire i miei sogni. Davanti a me c’è il futuro e niente e nessuno me lo porterà via.

Recuperare il tempo perso...non si può, si può solo cercare di non perderne altro....cercare di cogliere ogni attimo......per questo ogni attimo, ogni saluto, ogni sguardo, ogni incontro è importante....

Sbaglio, a volte indovino, sorrido, piango, urlo, a volte capisco e molte volte no… osservo, mi fermo e a volte corro… semplicemente cerco di vivere ogni cosa, a volte ci riesco e a volte no…. ho ricordi, ho rimpianti, ho vita…

Siamo anime solitarie e nella solitudine ci capiamo, ci conosciamo e troviamo la nostra forza...

Quando tutto attorno a te sembra andare avanti, muoversi velocemente e tu lì fermo non sapendo cosa fare, dove andare, non riesci a capire perché e ti sembra di rimanere immobile, indietro e di perdere molto, tutti stanno facendo mille cose, andando di corsa e invece tu sei in stallo, non vedi più obbiettivi, traguardi, non scruti più l’orizzonte, la mente è vuota, ti senti vuoto, scarico, tutti hanno mille idee, mille progetti e tu nulla …strane sensazioni di vita….sono in questi momenti che si azzera tutto e si riprogramma la vita, le priorità, il futuro…passo dopo passo….

A volte senti dentro di dover far un semplice saluto...a volte senti qualcosa che non sai, che non capisci, a volte la semplicità è tutto...un saluto a volte è tutto.

Ho amato veramente solo una volta, ho detto ti amo solo una volta, il tempo non cancellerà mai tutto questo e ora che non riesco più ad amare posso solo essere grato di quella volta...solo ora capisco che era vero amore e che non tornerà mai più....ce ne saranno altri, ma l’amore è unico....

Nella nostra vita incontriamo, incrociamo molte persone, alcune non ci colpiscono e quindi le lasciamo andare via, altre ci colpiscono e nonostante questo, a volte anche per colpa nostra, le lasciamo andare via senza neanche averci parlato un attimo, un attimo che poteva regalarci qualcosa di speciale..tutto questo solo per dirti che da quando ti ho visto ho capito che devo cogliere quell'attimo..ma non so come.

Che bello addormentarsi con il pensiero di te, con l’immagine di te, pensando ai tuoi bellissimi occhi, al tuo raggiante viso, alla tua soave voce...voce che echeggia in testa come fossi qui, voce che ti avvolge e ti culla dolcemente. Pensiero coinvolgente, affascinante, travolgente che è difficile mandar via, pensiero che porta ad altri sognanti pensieri, pensiero che vorresti durasse per sempre...il pensiero di te

Ieri sera prima di addormentarmi avevo un sogno, un desiderio, una speranza che prima o poi ti incontrerò perchè so che esisti, ma non so dove sei, ma mi basta l’illusione che arrivi presto quel momento per farmi andare avanti, per continuare a cercarti e per sognare un po’…non voglio accontentarmi, voglio quell’anima che mi completi e che sia per sempre….

Eccomi qui in macchina da solo, il sedile accanto a me è vuoto, cerco la tua mano ma non c'è, il tuo sguardo, il tuo profumo, cerco te, ma nulla, il sedile è vuoto, il vuoto che c'è dentro me. Eccomi qui in macchina a vagare senza una meta, senza la mia metà.

Lo scorrere del tempo, un respiro, ricordi malinconici, il battere del cuore, flash di vita che scorre in te, occasioni perse, sprecate, prese all'ultimo secondo, incontri che non farai più, posti che rivivrai in te, l'assordante silenzio vuoto di certe mattine...

Ho sbagliato tutto o sono sbagliato io o è sbagliato il mondo...

Il sole tramontò, una giornata stava per finire e io lì a guardare l’orizzonte capii che c’è un tempo per tutto, un tempo per salire e uno per scendere, uno per amare e uno per odiare, uno per apparire e uno per scomparire e che bisogna viverli tutti per dire di aver vissuto.

Il vento con la sua irruenza, la sua forza spazza via tutto, tutte le nubi, liberando il cielo e rendendolo infinito, di un azzurro senza fine, ma con il vento sei volata via anche tu, con le tue ali d’angelo hai preso il volo per non so quale destinazione. Il vento poi svanirà lasciando molti segni, ma io rimarrò qui seduto ad aspettare che ritorni nella speranza che ti riporti da me.

A volte la vita non ha neanche un inizio, ma semplicemente una fine. A volte in un attimo tutto è finito, sogni, speranze, ma nello stesso tempo in un attimo si racchiudono le gioie più grandi e tutto può nascere. A volte basta davvero poco per perdere tutto e non ci rendiamo conto di quanto siamo fortunati di poter vivere una nuova alba, ed ecco perché bisogna vivere intensamente ogni attimo, sbagliando, rischiando, mettendosi spesso in gioco, ma vivendo sempre, vivendolo in tutto e per tutto, l’attimo è unico, la vita è unica. La vita è un dono che ci viene concesso, mai darla per scontata e solo vivendola rendiamo omaggio a quelli che non l’hanno ricevuta, rendiamo omaggio a quel bambino mai nato che non ha avuto questa possibilità e che da lassù ci osserva e vive attraverso di noi…..

Il bello e il brutto della vita è che va avanti sempre e comunque...

Finché ho me... ho tutto
Finché sono me... sono tutto
Finché ho una birra... affanculo tutto

A volte ti senti così, perso, sperduto nei frammenti di vita che scorrono e tu in mezzo a questo tunnel vorticante vedi pezzi di te che ti scalfiscono dentro... pezzi che formano le cicatrici che costruiscono l'anima... un'anima solitaria...

Bisogna sempre stupirsi di tutto e soprattutto di se stessi, a volte mi stupisco quando sorrido a vedere dei bambini giocare, a vedere due anziani passeggiare, mi stupisco delle reazioni che la vita mi provoca, delle emozioni che la vita mi regala, sempre nuove, infinite, io sono al primo posto della mia vita, se non amo me stesso non posso amare gli altri, se non capisco me stesso non posso capire gli altri e se non mi stupisco di me stesso non posso stupirmi della vita e coglierne l’infinita bellezza...mi stupisco di quello che scrivo, di quello che provo, nulla è mai scontato e mai dovrà esserlo.....finché non smetterò di stupirmi non smetterò di vivere....

I posti più belli gli ho trovati sbagliando strada, le emozioni più forti le ho vissute sbagliando tutto, sbagliando si vive.. voglio continuare a sbagliare e forse alla fine capisci che gli sbagli non esistono ed è solo vita, sei solo tu. non c'è niente di sbagliato se si vive seguendo il cuore, la spontaneità, la vita.

Bisogna capire tutti ma nessuno che capisce te…
Bisogna ascoltare tutti ma nessuno ascolta te...

Sai in realtà non so come sto, mi sembra sempre che il tempo passi e mi sfugga via, di perdermi qualcosa che sento, sento davvero ma non so, a volte mi sento incompleto, incompiuto, un vuoto dentro nel profondo che fa male, molto male e te lo devo dire a volte con le lacrime agli occhi sono così e mi sento stupido a sentirmi così... avrò sbagliato tutto nella mia vita, sarò sbagliato io... non lo so ecco perché cerco di essere sempre di aiuto nel mio piccolo perché so come ci si sente a sentirsi soli, vuoti, così.... poi tutto passa e si ritorna a sorridere, ma dentro noi un piccolo vuoto c'è sempre e io mi illudo e voglio credere di trovare qualcuno che riempia quel vuoto...

Non ti posso promettere che ogni giorno sia sereno, non ti posso promettere che non ci saranno difficoltà, non ti posso promettere solo felicità perché ci saranno giorni pieni di dolore, giorni difficili, giorni complicati e giorni felici, ci saranno sorrisi e lacrime, ci saranno momenti bui e momenti di luce, ma ti posso promettere che farò di tutto per renderti felice e che io ci sarò in ogni giorno, in ogni momento io ci sarò, il tuo dolore sarà il mio, la tua felicità sarà la mia, nei momenti belli, in quelli brutti sarò sempre al tuo fianco, nei giorni di sole e in quelli cupi, in ogni sorriso ed in ogni lacrima io ci sarò...

Eccomi qui seduto per cercare le parole giuste per dire come mi sento, ma non le trovo, sono qui seduto e non riesco a dir nulla, a pensare a nulla, mi sembra di essere in un angolo buio e di non sapere bene cosa fare, il silenzio e nulla più, sono qui seduto a capire cosa c’è e non lo so. Non so quanto tempo ci andrà, un’ora, una settimana, un mese, non lo so e non importa, per ora non posso far altro che ascoltare il silenzio per ascoltare me stesso, il profondo e appena troverò le parole, appena capirò di più sarò pronto per rialzarmi e ripartire, ma per ora rimango seduto nel nulla in silenzio......

Cerco risposte, cerco domande, cerco la vita, non smetterò mai di cercare sarebbe smettere di vivere. Cerco libertà, cerco serenità, cerco le nuvole, a volte capisco, altre meno, a volte trovo, altre volte il nulla, ma non posso smettere di cercare....cerca con me...vivi con me....

Chissà dove sei, chissà cosa stai facendo, chissà se mi stai pensando, chissà se mi hai pensato, chissà se ti manco, chissà come sarebbe potuta andare, chissà. Quanti chissà, ma una cosa la so... ora che non ci sei più andrò avanti, all’inizio sarà difficile, ma poi il cuore tornerà a battere.

Una canzone, un giro in macchina, un sorriso, uno sguardo, un panorama infinito, a volte basta davvero poco per ritrovare se stessi e per ripartire, a volte se ci fermiamo ad osservare le cose più semplici scopriamo le meraviglie di quello che ci circonda, della vita….la vita è semplicità e da essa dobbiamo trarre la forza e in essa trovare noi stessi...

Bastava osservarti dormire per abbracciare la tua essenza, cogliere la tua infinita bellezza, bastava sentire il tuo respiro per farmi attraversare da un brivido, da un’emozione eterea, bastava sfiorare la tua pelle per sfiorare la vita, la mia vita, la nostra vita, bastava un tuo sguardo per perdermi in te e trovare noi, bastava udire la tua voce per desiderarti sempre più, bastava il tuo profumo per farmi sognare, volare nell’infinito...bastava la tua presenza per vivere e ora che sei volata via mi basta il ricordo di te per sentirti qui, per sentire il mio cuore, la mia anima, la mia vita......

La vita è un gioco, a volte si perde e altre si vince, ma l'importante è giocare e prima o poi si vincerà. Non mi sono mai tirato indietro e mi sono sempre messo in gioco, questo è l’importante, se poi perderò almeno ho tentato….ma se vincerò…..

Oggi te ne andrai lasciando un vuoto immenso, quante gioie mi hai regalato, quanto ti ho amato, ma sapevo che sarebbe successo, sapevo che sarebbe finito tutto e da stasera sarò più solo, non mi resta che voltare pagina e portarti sempre dentro di me, perché da lì non te ne andrai mai.

A volte si fa un saluto perché si vorrebbe un saluto
A volte si abbraccia perché si vorrebbe un abbraccio
A volte .. dare quello che mi manca

La vita è ogni singolo giorno, ogni singolo attimo e ogni attimo sono persone, alcune passano velocemente, altre lentamente, altre semplicemente rimangono, altre se ne vanno e ognuna ci regala qualcosa, nel bene o nel male ci lascia un segno..e ogni segno è vita..

A volte non serve andare via, andare lontano perché il posto più bello è dentro di noi, nascosto lì da qualche parte, dove sono racchiuse molte risposte.....e dove troviamo la forza per andare avanti.

Ho vissuto sempre come ho voluto, ho vissuto affrontando tutto e nascondendomi mai, ho vissuto sbattendo la faccia spesso, ho vissuto sbagliando molto, ho vissuto sempre su una linea sottile, a volte cadendo, ma risalendo sempre, ho vissuto vivendo e ora nulla è rimasto, tutto è volato via e qui seduto ripenso a tutto, ripenso a te che non ho vissuto abbastanza.

Ti osservo dormire e colgo la tua essenza, sento il tuo respiro e un brivido mi attraversa da dentro, dal profondo, sfioro la tua delicata pelle e mi sembra di sfiorare la vita, di assaporarla, sento il tuo profumo e inizio a volare lontano, nell’infinito. Sei qui accanto a me e sento tutto questo, ora aspetterò il tuo risveglio per vivere tutto questo, per viverti ogni giorno sempre più e ogni risveglio al tuo fianco, ogni nuovo giorno sarà un giorno di vita...della mia vita, della nostra vita....

Come mai è andata così, come mai è finita così, come mai sono qui, come mai...quante domande, quanti dubbi, incertezze, paure, quante riflessioni su una vita, su tutta la vita, su persone che ci sono e che non ci sono più, su come poteva andare e su come è andata, su cose fatte e non fatte, ma anche quante sicurezze, quante gioie, quanti successi. A volte serve fermarsi e fare un punto e poi da lì ripartire con la forza che ogni giorno la vita ci dà, che ogni giorno di vita vissuta ci dà, e ogni volta si riparte conoscendoci un po’ di più e avendo un nuovo orizzonte davanti a noi tutto da vivere....

La vera luce si trova dentro di noi.....e stando da solo al buio la vedo, la sento, la vivo e capisco chi sono, dove vado e tutto si illumina.

A volte non serve andare lontano, basta girare, vivere i posti vicini, il nostro territorio per scoprire qualcosa di nuovo e ritrovare noi stessi..paesini sperduti, isolati, strade infinite, abbandonate, quanto c'è da vedere, contemplare....vagando nell'assurdità surreale della bellezza che ci circonda...

Ascolto il mio silenzio..ascolto la mia anima. meditabonda meditazione.... malinconica meditazione.... ascoltare il silenzio per ascoltare me stesso..la mia fragilità, la mia forza....

Sognando ho imparato a donare, soffrendo ho imparato ad amare, piangendo ho imparato a ridere, sorridendo ho imparato a regalare un sorriso, osservando ed ascoltando ho imparato ad apprezzare le più piccole cose.. vivendo ho imparato a vivere...

Qualsiasi strada si possa intraprendere, qualsiasi decisione si possa prendere, qualsiasi sbaglio si possa compiere, qualsiasi vetta si possa raggiungere, qualsiasi cosa si possa realizzare, qualsiasi incontro si possa fare... l’importante è essere se stessi, semplicemente se stessi, solo così possiamo vivere, solo così possiamo capire, comprendere noi stessi e la vita, solo così si può dire di aver vissuto....

A volte basta aprirsi un po' per capire che certe situazioni, certe emozioni sono comuni e non si è poi così soli e che anche le varie situazioni ci fanno vivere emozioni sempre nuove e diverse anche se situazioni uguali, già vissute perché tutto dipende dal momento in cui le viviamo e come le viviamo, la stessa situazione ci può donare ogni volta un'emozione diversa ed unica, la vita è proprio fatta di attimi.. e ogni attimo è unico..

Una tua semplice parola riesce ad emozionarmi come non mai, un tuo sguardo apre in me mille fantasie, un tuo sorriso mi dona vita, una tua carezza mi regala un brivido infinito che entra nel profondo per non andarsene più, non so se riesco a donarti altrettanto, ma so che ci proverò ogni giorno di più, so che ogni giorno con tutto me stesso cercherò di farlo.... attimo dopo attimo….fino all’infinito.....

Dopo molto eccomi qui seduto a fissare il vuoto, a contemplare il nulla e a sentire che qualcosa è cambiato, che qualcosa manca, a non saper bene cosa fare e con chi, a ricordare com’era e come non sarà. Dopo molto forse era il momento di stare semplicemente seduto per poi alzarmi e iniziare qualcosa di nuovo, peggiore o migliore non so, ma non lo si può sapere e spero di scoprirlo.

Senza le avversità, senza le difficoltà che a volte la rendono triste la vita sarebbe meno bella.

Ero alla ricerca di un sogno, di un’illusione, di quella parte di me che non sentivo, che non trovavo, ero alla ricerca di un’emozione, di un brivido, di un motivo per credere nell’infinito, ero alla ricerca di te, non sapevo dov’eri, ma ti sentivo, ti sfioravo e sapevo che prima o poi ti avrei incontrato....e ora che ci sei la mia ricerca è finita, tutto quello che sognavo, desideravo e che desidero eri e sarai tu..

Da quando ci sei la mia vita è un sogno dal quale non vorrei svegliarmi mai, da quando ci sei ogni giorno è speciale, magico, unico, da quando ci sei ogni fiore profuma di più, ogni luce illumina di più, ogni suono è più delicato, dolce, ogni emozione è più profonda, ogni colore è più vivace, vivo...io sono più vivo. Da quando ci sei la vita è viva e non posso far altro che viverla e viverti ogni secondo sempre più.

Già il mondo fa paura così che davvero spererei che tutto fosse un dolcetto/scherzetto e domani svegliarmi in un mondo migliore ed invece le maschere più spaventose saranno quelle che come ogni giorno vedo e vedrò e sentirò...le maschere di questa umanità perduta senza moralità..

Forse avrei potuto, forse avrei dovuto, ma con i forse è rimasto il nulla e nel nulla sono rimasto io che fisso la luna che con la sua luce illumina un uomo solo nella malinconica ricerca di un sogno.

Qualche birra e i pensieri vanno dove non devono andare... o forse vanno semplicemente dove devono essere anche se non c'è... pensieri concepiti in un momento di totale lucida pazzia...

Fui catturato da un brivido eccitante, da un suono inebriante, da un vento caldo, da una luce accecante. Fui travolto da un attimo vibrante, da mille sensazioni, conquistato da mille emozioni, emozioni mai provate che entrano nel profondo. Fui sedotto dall’immenso, fui affascinato da una grazia infinita e tutto questo sei tu che hai reso incantevole la mia vita essendoci.

Tutte le parole che potrei scrivere, tutte le gesta che potrei compiere, tutto quello che ti potrei dare, donare, tutto questo non basterebbe per farti capire quello che sei per me, non basterebbe per dirti quanto sei per me, nulla è così immenso come il mio amore per te e non posso far altro che renderlo eterno amandoti con tutto me stesso….

Mi svegliai dolcemente e tu eri lì, eri lì immersa nei sogni dove speravo di essere, eri lì bellissima come non mai, il tuo respiro mi stregava regalandomi ogni giorno un tenero risveglio. Eri lì e rimasi affascinato da te, dal tuo profumo che catturandomi destava in me mille sensi. Rimasi a fissarti perdendomi in te e ora che mi sveglio e non ci sei più non faccio altro che fissare il vuoto che hai lasciato in me.

Vorrei essere un uccellino per volare in alto, per andare lontano, per sentirmi libero nell’aria e osservare il mondo, tutto il mondo contemplandone la sconfinata bellezza e sognando l’infinito. Poi sei arrivata tu e da quel momento posso volare anche stando con i piedi per terra, anzi ora volo più in alto e più lontano, volo dove non avrei mai pensato di arrivare, dove l’immenso è l’inizio di tutto…l’immenso sei tu

La luna splendeva in tutta la sua bellezza illuminando una serata buia e io lì a scrutare ogni persona, ogni sguardo, nella speranza di incrociare il tuo, anche solo per un attimo, un attimo che sarebbe valso una vita, un attimo che sarebbe stato eterno ed invece sono rimasto io e la luna che con la sua luce illuminava un uomo solo nella malinconica ricerca di un sogno……

Ogni giorno mi sveglio pensando a te, passo le mattinate, i pomeriggi, le serate a pensarti. Ogni giorno non vedo l’ora di vederti, di stare con te, sentire il tuo profumo, la tua voce, accarezzarti, baciarti e stringerti forte, forte a me. Ogni giorno ti vedo in ogni dove, il tuo viso, i capelli, le labbra. Ogni giorno ti desidero, ti voglio sempre più. Ogni giorno mi addormento pensando a te. Tu solo tu sempre più.

Dietro gli angoli della vita a volte ci sono le sorprese più belle, più inaspettate, forse dettate dal fato, da un attimo, da un semplice incrocio di sguardi, ma questo alla fine non importa, l’importante è riuscire a trovare questi angoli e non andare più via

..leggera svolazzava nell’aria, bellissima, libera da tutto, da tutti, con sinuosa movenza volava lontano ed io lì ad ammirarla, a desiderarla e poi svanì nell’immenso, nell’infinito...rimasi affascinato da tanta grazia, cercai di inseguirla, ma non ci riuscii, il mio momento, l’attimo era volato via e rimasi lì da solo con un vuoto dentro a fissare il nulla, con il rimpianto di quell’attimo e di non averlo afferrato

A volte negli angoli più remoti ritrovi te stesso, un te stesso che non ricordavi, anche se sempre lì e da lì puoi ripartire con una marcia in più sentendoti meno solo.

Non bisogna mai smettere di sognare, ad occhi aperti, ad occhi chiusi e se si sogna con passione, mettendoci tutto, tutto noi stessi nulla è impossibile e prima o poi quel sogno diventa realtà.. (pensiero avuto alla fine del film Indian la grande sfida, film biografico su Burt Munro)  

Il tempo e la vita passano e scorrono velocemente e più passano, più si va avanti, più tutto vola, sembra ieri ed è già domani e non si capisce e ti senti in un presente che è un passato lontano, ti guardi e vedi i segni di tutto questo, ma nei segni trovi anche luoghi, momenti, persone che sono sempre lì e saranno sempre lì indipendentemente da che passato, presente e futuro sia, alcuni sono belli a altri brutti ma tutti ci hanno fatto crescere e resi quello che siamo, che sia stato solo un passaggio, uno sguardo, un saluto, un attimo o dieci, venti o più anni non importa perché hanno lasciato in noi il loro segno ed in ogni segno c'è il senso di tutto. Che la magia della vita ci faccia riaccendere in noi i segni più belli facendoci vivere ieri, oggi e domani tutto in un insieme di vita che poi è la nostra vita e che siamo noi. un segno che spera di aver segnato un attimo della vita.

La gente del bancone. la gente che osserva con un occhio chiuso e l' altro pure, la gente vera che parla, parla dicendo tutto. La gente del bancone che straballa e non balla, la gente del bancone che ordina quando non ha ancora finito, la gente del bancone che straballa tra uno sgabello e l' altro, la gente del bancone che non sta in piedi, ma non ne ha bisogno perché cade sempre in piedi. La gente che è viva, vera, sincera, quando parlan in dialetto e sei già amico, la gente del bancone che bella che è...

Ed eccomi qui a pensarti, ti penso spesso e più ti penso più vorrei fossi qui, anche solo per guardarti, per ascoltarti. Ed eccomi qui a pensarti, a pensare cosa stai facendo, se mi stai pensando. Ed eccomi qui a pensare a quel desiderio affascinante, coinvolgente, sognante, a quel desiderio a cui non riesco a non pensare, a cui non posso rinunciare. Ed eccomi qui a pensarti e più ti penso più ti amo.....

Ed eccomi con la malinconica realtà che quel che cerco non esista.........ma poi alzai gli occhi, ti vidi e da quel momento la realtà ha superato la fantasia.

Nel nostro cielo ci sono molte stelle, alcune brillano più di altre, alcune da tempo inenarrabile, altre da poco, alcune cadranno, altre svaniranno, alcune, seppur rimanendo, si indeboliranno, ma solo una brillerà con la stessa intensità per l’eternità, illuminando un’esistenza che altrimenti sarebbe buia, cupa, un’esistenza che senza lei non avrebbe senso. Ed io rimango a fissare il cielo aspettando il suo arrivo.

Ed eccomi a fissare l’orizzonte, con i miei pensieri, le mie paure, le mie certezze, contemplando il fascino della vita, la bellezza eterea di quello che ci circonda, ma soprattutto immaginando il futuro, il futuro insieme a te che hai reso possibile quell’illusione di infinito, di eterno, che hai reso reale quel sogno chiamato amore.

Penso che alla fine la spontaneità, la sincerità, la realtà, l’esser sempre diretto, seppur rendendoti più solo, paghi, ma durante il viaggio sicuramente no.

Un giorno sta per finire, quello che è stato è stato. Il passato non esiste, il futuro non esiste. Esiste solo il presente e quindi non preoccupiamoci troppo perché altrimenti rischiamo di perderlo. Viviamo ogni secondo pensando solo a quello e per il resto si vedrà e abbiamo tempo.

Nessuno può fermare il tempo...……allora facciamo si che ogni secondo sia indimenticabile.

Per ridere devo piangere, per volare devo strisciare, per amare devo soffrire, per vivere devo sognare………

Ora che solo gli angeli e le stelle ti possono ammirare ed invidiare, ora che il mio cuore, la mia anima sono volate via con te, ora che qualsiasi cosa osservo vedo il tuo viso, ora non faccio altro che ringraziare per ogni singolo attimo vissuto con te, attimi che sono valsi una vita, la mia vita.

A volte è inutile parlare perché nessuno ti ascolta, ma loro parlano e tu invece ascolti e alla fine torni e ti ritrovi nel tuo silenzio dove puoi ascoltarti e capirti.

Il passato è quello che siamo, a volte anche il presente fa paura, e poi abbiamo il futuro, quel sogno, quell'immagine, quella speranza e non bisogna averne paura, anche se fa paura.

Sotto l'albero vorrei persone non cose, le cose posso usarle, le persone posso amarle e senza amore non c'è vita.

Se c’è una cosa che ho imparato è che devo imparare ancora, se c’è una cosa che so è che non so quasi nulla, tutti siamo un po’ ignoranti ed è questo che ci fa andare avanti o almeno dovrebbe…..

Uno può essere circondato da centinaia di persone e comunque essere solo, perchè quello che conta non è il numero, ma le persone, ne basta solo una per non esserlo...

La vita è già limitata, se poi ci poniamo anche dei limiti.....

Alla fine non conta quante volte cado, ma quante volte mi rialzo

Eccoti in tutta la tua bellezza, in tutto il tuo splendore, solo l’udire della tua soave voce provoca in me sensazioni intense, profonde, reali, mi perdo nei tuoi lucenti occhi e immagino un futuro senza fine, con te l’eternità è realtà….voglio viverti ogni secondo, ti voglio sempre più…. la mia vita sei tu.

La strada della vita è piena di salite e discese, di fermate e di partenze……più gente incrociamo meno soli siamo e più ci arricchiamo….

Peggiorando...si migliora!! cadendo....mi rialzo!! rischiando.....vivo!!

Sai a volte si dice tutto normale perché tutto sembra sempre uguale, a volte sembra che il tempo scorra e di non combinare niente e senti di perdere qualcosa che neanche sai ma che senti, la vita è fatta di molti periodi, fasi e alla fine tutte le fasi passano, tutto passa sempre e ogni volta diventiamo più forti anche se ci sembra di essere più fragili e andiamo avanti capendo che siamo fatti così, si vive con il cuore perché è l'unico modo per vivere anche se a volte va in pezzi, ma nuovi pezzi lo ricompongono e domani è sempre un nuovo giorno...

A volte ti senti così, perso, sperduto nei frammenti di vita che scorrono e tu in mezzo a questo tunnel vorticante vedi pezzi di te che ti scalfiscono dentro.

Penso che tutto quello che penso possa interessare o meno, ma l’importante è che lo penso io

Ed eccomi di ritorno a casa, tra poco aprirò la porta, ma tu non ci sarai, non sarai lì ad aspettarmi, non sarai lì splendente pronta a stringermi forte a te, a baciarmi, non ci sarà più il tuo profumo, il tuo sorriso, la tua luce, aprirò la porta e nulla, solo i ricordi sono rimasti ed il buio che c’è dentro......

Ed eccomi qui ad aspettare, ad aspettare quella telefonata, quel messaggio che mi renda felice, che mi regali un sorriso, che mi dia un motivo di vivere, una ragione d’esistere ed invece rimango qui con l’illusione, un po’ felice e un po’ triste che arrivi e con la malinconica realtà che non arrivi mai…..

Ho pensato molto, ho sognato molto, ho desiderato molto, ma ho amato solo te e ora che solo gli angeli e le stelle ti possono ammirare, ora che il mio cuore, la mia anima sono volate via con te, ora che qualsiasi cosa osservo ti vedo, ora che so di aver avuto molto avendo avuto te, ora che con le tue ali sei volata lassù non posso far altro che amarti di più…..

Ogni traguardo ci sembra irraggiungibile finché non lo si raggiunge e supera e forse deve essere proprio così, anche per non prenderlo troppo sottogamba, forse il segreto del successo sta in questo....mai dar nulla per troppo facile e raggiungibile, ma dalla fatica più grande nascono le soddisfazioni più grandi, ogni traguardo deve essere una conquista un pò sudata...e ogni goccia di sudore, ogni lacrima è una stella in più sul nostro petto.... e poi se tutto fosse facile che noia sarebbe...non ci sarebbe più nessun gusto...

Si ignorano molte cose, non si può e non si deve pretendere di sapere tutto...un giorno alla volta, un passo alla volta si impara sempre più, avendo voglia di farlo, mettendosi in gioco, ascoltando, con quella sana curiosità che deve essere di stimolo per vivere, capire e imparare....ogni giorno sono meno ignorante, ma rimarrò ignorante sempre....

La vita è breve ogni attimo è importante, ogni sguardo, ogni saluto, ogni sorriso, in un attimo tutto può cambiare, iniziare e finire.. a volte basta davvero poco, un attimo e vedi la vita passarti davanti e in quel momento ti rendi conto di cosa, chi è davvero importante, in certi momenti ti rendi conto che il futuro non è scontato e quindi che bisogna vivere ogni singolo attimo come se fosse il primo e l'ultimo, come se fosse unico..

A volte capita che ti ritrovi a girare per posti in cui non passavi da tempo e ti accorgi di ogni piccolo cambiamento, posti spesso abbandonati dove lo scorrere del tempo ha segnato il paesaggio, i ricordi e ti ha segnato l'anima......e ti rendi conto che il paese in cui vivi sta cambiando e non in meglio perdendo luoghi, persone che ne hanno fatto la bellezza e la storia, posti che non rivivranno più portandosi via molto di noi, della vita, del futuro...

nulla serve se nulla hai... se nulla sei..

….momenti, date da ricordare e festeggiare: la prima notte passata insieme, la prima colazione a letto, la prima volta che ha pianto con te, il primo sguardo, sorriso, la prima volta che ti ha teso la mano, il primo abbraccio, la prima volta che ha cucinato per te, il primo bacio, la prima volta che ti ha chiesto un consiglio, un aiuto, il primo giro in macchina, il primo posto visitato insieme, la prima volta che hai / ti ha detto Ti Amo, il primo litigio e la prima riconciliazione. Ogni prima volta di qualsiasi cosa fatta insieme è da ricordare e da festeggiare, queste sono le date importanti e non altre, sbaglierò, avrò un’idea illusoria dell’amore e forse per questo che non riesco più ad amare, ma non banalizziamo il sentimento più puro e sincero…..

Festa degli innamorati….ogni giorno lo è, ogni giorno bisogna sentirsi amati ed amare, ogni giorno far sentire le persone a noi care importanti e non solo quando c’è una festività……facile amare un giorno all’anno, difficile amare ogni giorno come se fosse il primo… inutile festeggiare oggi e poi domani niente, utile non festeggiare oggi perché è semplice normalità come ieri e domani…inutile svenarsi oggi con mille pensieri e attenzioni e domani niente e direi troppo facile così, utile un piccolo gesto ogni giorno……ogni giorno d’amore è un giorno di festa…..

Alla ricerca del senso del momento….gli anni, il tempo passano inesorabili, qualsiasi cosa faccio per rallentarli, per fermarli loro passano e poi tutto a un tratto sono passati quattro, cinque anni senza neanche accorgermene, perché la mia vita mi sembra praticamente uguale anche se forse non lo è. Anni volati via velocemente, istanti persi, occasioni sprecate e alcune volte prese all’ultimo. Persone, sguardi, luoghi che rivedi ogni anno, che ogni anno ti regalano qualcosa, ma il tempo passa e non sai quante volte ancora ti capiterà di trovarti lì. Il tempo passa e me ne accorgo osservando la vita, osservando le persone che incontro, vecchie o nuove conoscenze e in quei momenti inizio a pensare che sembrava ieri ed invece è già domani e chissà se le rivedrò ancora…..cavolo se la vita cambia e va avanti….e cavolo se siamo già nel 2012 e chissà perché in questo momento sono qui a riflettere alla ricerca del senso, se un senso c’è e troppo spesso sento che mi scappa via qualcosa, sento di perdere qualcosa e non so come fare.
Alla ricerca del senso dell’attimo….di quello sguardo, di quel sorriso che per un istante mi ha colpito e nell’istante successivo non c’era già più, di quell’attimo volato via che non tornerà, ma anche di quell’attimo che mi regalò qualcosa di unico, di speciale e che mai nessuno me lo porterà via.
Alla ricerca di qualcosa che sento, ma non so….se c’è un senso forse alla fine lo troverò e rimarrà infinito o forse alla fine semplicemente ogni attimo è infinito....

….Buongiornooo!!!.....come iniziare meglio la giornata se non con un semplice saluto, perchè la semplicità è tutto, siamo sempre di corsa tra mille cose da fare, da pensare, ma bisogna pur fermarsi e prendersi il tempo (che poi è tutto quello che abbiamo e che possiamo dare) per iniziare con un saluto una nuova giornata, che sia un saluto per una persona speciale, per una persona che ancora non si conosce, un sorriso ad un nuovo viso incontrato per strada, un saluto fugace all’amico che di corsa va al lavoro, che sia un Buongiorno alla vita, al mondo non importa, l’importante è che ci sia e che un nuovo giorno abbia inizio con un sorriso per essere vissuto al meglio…

Ogni sorriso regalato è vita, ogni sorriso è vita.

A volte ti trovi a rivivere, a risentire e a riprovare sensazioni, emozioni che avevi già vissuto in un capitolo della tua vita e riaffiorando in te ti fanno tornare indietro e a pensare che nulla cambia, cambiano le circostanze, le persone, i luoghi, ma quello che si prova se lo si prova veramente, se lo si è vissuto e si vive veramente fa parte di noi, di come siamo e quella sensazione, quel sentimento lo si ritrova lì, dentro noi, racchiuso nel nostro cuore rendendolo più forte nella sua infinita delicatezza, capitoli di vita racchiusi in un libro che ti ritrovi a sfogliare rimbalzando in tempi diversi e a vivere passato e presente in un tutt'uno che è la tua vita, che sei tu.

Fine del mondo...ogni giorno, ogni secondo, ogni attimo è l'inizio e la fine di tutto, in un attimo si racchiude tutto, la gioia più immensa e il dolore più forte, l'incontro più importante, lo sguardo più seducente e il sorriso che mai si dimentica. Un attimo può cambiare una vita, un attimo e nulla più. La vita è fatta di attimi e se domani il mondo dovesse finire, l'attimo dopo rinascerà più forte e splendente di prima..attimo dopo attimo, vivendo ogni attimo come se fosse l'ultimo e il primo perché è semplicemente così che è ogni attimo..e quindi la vita.

E poi ti ritrovi a pensare a quel negozietto in Scozia dove hai preso birra, pane, formaggio e affettato e poi ti sei fermato in un parco giochi vuoto su una panca col tavolo a mangiare e bere, sperduto in chissà quale posto, tranquillo, isolato, posto trovato così per caso vagando con l'istinto....che bello...che posti assurdi e meravigliosi si scoprono così....e capisci che è così che tu sei...vagando nell'assurdità surreale della bellezza che ci circonda.

A volte fa tornare in mente molte cose…..un viaggio interiore.....a volte non bisognerebbe farlo, a volte serve farlo…a volte è così, strane giornate che ti portano a pensare a tutto quando dovresti pensare a nulla...

(Più osservo più capisco perché sono single) la porta ad una donna si apre sempre, da bere lo vado a prendere io, passo io a prenderti e guido io, passeggiamo e ti tengo per mano, proprio fuori dal tempo.

Smettere di sognare, di inseguire i propri sogni è smettere di vivere, la vita è un sogno da prendere e vivere. Nascondersi, rinunciare anche solo ad una piccola fetta di vita per paura di soffrire è rinunciare alla vita, nascondere i sentimenti è nascondere se stessi, aver paura dei sentimenti è aver paura di se stessi, aver paura di un sogno è aver paura della vita. Noi siamo emozioni, sensazioni, sorrisi, lacrime, noi siamo tutto questo e nasconderlo ci fa nascondere dalla vita e aver paura di farli apparire, vedere, aver paura di svelarli, di svelarsi per non soffrire più ci fa soffrire di più e non ci fa vivere perché è forte colui che è debole, colui che sbaglia, piange, sorride, colui che non ha paura di mostrare le sue debolezze, le sue emozioni, sia di gioia sia di dolore, perchè lui sa quali sono e quindi sa della sua forza. La vita è tutto e per dire di aver vissuto bisogna vivere tutto.

A volte mi sembra di aver fatto così tanto, a volte mi sembra di aver fatto così poco…..non so se ho fatto tanto o poco, ma so cosa ho fatto!!

già nessuno crede in te... almeno tu devi farlo.
già molta gente ci dice cosa possiamo o non possiamo fare.... ma in realtà possiamo fare tutto.
già gli altri ci pongono limiti... almeno non poniamoceli noi, ricordando che i limiti sono fatti per essere superati.

Quanto tempo ci vuole per un sorriso..un attimo.
Quanto tempo ci vuole per un abbraccio. un attimo.
Quanto tempo ci vuole per un semplice saluto. un attimo.
Quanto tempo ci vuole per rendere una giornata unica. un attimo.
Quanto tempo ci vuole per donare tutto questo.un attimo.
Allora facciamolo perché in un attimo è racchiusa l'immensità della vita..il ricordo più grande. La vita è fatta di attimi che doniamo, che afferriamo, che apprezziamo. l'importante è viverli. attimo dopo attimo.

Ci sono persone per cui ogni giorno è una sfida, una vera sfida e l’affrontano sempre con un sorriso e una forza incredibile e comunque sia la vincono sempre e osservandole ci si rende conto che molte nostre sfide, problemi sono davvero banali, insignificanti, superficiali….a volte bisognerebbe davvero soffermarsi e capire che le sfide e i problemi reali sono ben altri di molti che ci poniamo…

Un saluto, un abbraccio, un pensiero… quei piccoli gesti che regalano una gioia immensa, piccoli gesti che durano un attimo, un attimo così breve, così intenso, così importante perché la vita è fatta di attimi..

W la gente folle, che è se stessa, che segue il suo cuore nonostante si sia spezzato mille e mille volte
W la gente folle che segue le emozioni, i sentimenti, che ci mette tutta se stessa in ogni cosa e anche se continua a sbattere, a cadere, a soffrire in questa lucida follia che è la vita va avanti a seguire le emozioni, a vivere
W la gente folle che dice le cose che pensa, che le dice in faccia, che è sempre diretta, sincera, che è semplicemente così, se stessa sempre e comunque
W la gente folle per cui l'orizzonte è infinito e cerca sempre di vedere oltre
W la gente folle con quella sana pazzia che la rende viva, speciale, che la fa soffrire ma anche vivere le gioie più immense della vita
W la gente folle che vive di pensieri concepiti in un momento di totale lucida pazzia

La vita è breve ogni attimo è importante, ogni sguardo, ogni saluto, ogni sorriso, in un attimo tutto può cambiare, iniziare e finire.

Finché si ha un sogno, un obbiettivo, un desiderio si è vivi, si ha quella spinta che ci fa volare, si ha quella motivazione che ci fa sperare in noi e nel futuro.....e se alla fine non tutto si avvererà non importa perché forse deve andare così, meglio avere sempre un sogno che mai si realizzerà che non averne più...perchè quello ci manterrà vivi e ci farà sempre sognare fino alla fine...meglio morire con un sogno che vivere senza....

Una cosa che mi sono guadagnato e sudato negli anni è che posso fare e dire tutto... ciò che ho voglia ciò che sento... ed essere semplicemente come sono...

Sguardi, sorrisi, pianti, gioie, dolori, incontri fugaci che durano una vita, altri un attimo, strade e decisioni sbagliate, dubbi, insicurezze, certezze, successi e traguardi raggiunti, sconfitte, sogni, molti sogni, noi siamo tutto questo e molto di più, noi siamo un insieme magico talmente fragile da essere così forte, ogni volta che ci spezziamo ci ricomponiamo, ricuciamo le ferite e con esse andiamo avanti. Le cicatrici, i segni li portiamo su di noi, dentro di noi e con noi, siamo imperfettamente perfetti da essere unici, siamo la magia della vita, siamo la vita e questa notte in silenzio ascoltiamo per un secondo il battito del cuore che scandisce il vivere e quel battito trasformiamolo nel battito di due, mille, infiniti cuori che in un battito unisono ci uniscono dando forza a tutti, aprendoci agli altri, scoprendo di non essere soli, prendere quel battito e ascoltarlo tutti insieme capendo che siamo tutti uguali e che forse dovremmo ascoltarlo ogni singolo giorno essendo ogni giorno, ogni attimo unico ed importante.

Il tempo così astratto, inafferrabile e lui passa sempre portandosi via pezzi di noi, ma portando nuovi pezzi per comporre attimi di vita. Il tempo possiamo solo cercare di non perderlo e non farlo scappare via, a volte è così veloce e a volte così lento che non lo godiamo in pieno e sembra sempre di perderlo. In tutto questo passare del tempo, passano persone, luoghi, alcuni li rivedremo altri no, alcuni ci hanno segnato ed insegnato ed è il tempo che sempre lo dice e lo dirà. Non bisogna aver paura del tempo e non va calendarizzato o classificato va solo vissuto. Il tempo.. viverlo, assaporarlo e goderlo.

I pensieri e i deliri si alternano in una girandola che gira al soffiar del vento... della vita.

La vita è fatta di attimi, alcuni indimenticabili che sono sempre vivi dentro di noi, alcuni bui, cupi dove non vedevamo la luce, ma che poi sono passati dandoci più forza e facendoci capire che tutto passa, alcuni volati via troppo velocemente, attimi che poi sono persone, luoghi, emozioni, la vita è emozione, attimi pieni di futuro, attimi pieni di ricordi, di gioie e di sofferenze e ogni attimo ci aiuta a capire e a crescere sempre di più, attimi unici, attimo dopo attimo.. che ogni attimo sia felicità, che ogni sogno si avveri, credi in te, nei tuoi sogni, nelle tue passioni e nella vita che vuoi, falla tua e vivila.

Un anno...un insieme di vita, di sbagli, di successi, di sorrisi, di lacrime, un insieme di esperienze che ci hanno segnato dentro, di luoghi, di albe e di tramonti, di sogni avverati, di sogni infranti e di nuovi sogni, un insieme di giorni volati via troppo velocemente, di momenti bui passati lentamente e di momenti unici che rimarranno sempre dentro di noi. Un anno...un insieme di persone che ci hanno deluso e altre che ci hanno sorpreso, di persone che se ne sono andate e di nuove persone che il fato ci ha fatto incontrare. Un anno...e anno dopo anno tutto questo rimane, noi rimaniamo e tutto questo ci sarà sempre finchè riusciremo a vivere ogni singola e piccola giornata con tutto noi stessi e con tutto il nostro cuore, noi rimaniamo, impariamo e cresciamo sempre più, trovando in ogni cosa la forza di andare avanti, la nostra forza così fragile e così immensa... Un anno...fatto da tutto questo, da un insieme unico, magico di vita....

La luce sognante di un tramonto che porta via un pezzo di me, il cielo stellato e la luna che dalle tenebre illuminano l'orizzonte, il sorgere accecante di una nuova alba, di un nuovo me, giorno dopo giorno... semplicemente la lucente bellezza tenebrosa della vita...

Di maschere in giro ogni giorno ce ne sono tante... mi piacerebbe vedere la gente vestita di se stessa.

Si è perso il senso, il significato di tutto, siamo alla deriva dei sentimenti, delle emozioni, delle parole, delle gesta, senza valore, senza valori, senza moralità, senza nulla. spettacolarizzando ogni cosa, ma questo fa perdere di valore ad ogni cosa. Siamo tutti lì pronti a fotografare, filmare commentare ogni notizia ma senza riflettere realmente su quella notizia, su quel filmato, su quelle gesta, lo si fa perché tutti lo fanno, per dire al mondo io c'ero.che poi esserci così è come non esserci, si è solo un "ebete" che osserva qualcosa senza capire e senza darne il valore, un asettico di emozioni. Come si fa a dar valore alla vita, alla morte, ai sentimenti, all'amore se tutto viene così enfatizzato, viene raccontato, vissuto con superficialità senza remore alcuna, solo per far notizia, per apparire, solo così..come si fa, come se fosse uno spettacolo e come tale ormai viene recepito come "non reale" e quindi la gente poi si trova a fare gesta gravi ma perché lo si racconta come in un film, e quindi ti senti dire.."ma non pensavano di far questo, di fare quello, era un gioco, non volevano farlo" ..rendiamoci conto. spettatori passivi di una vita che sfugge via e se sfugge la vita, il mondo va alla deriva di ogni cosa, dalle piccole cose alle più grandi. Come si fa a credere alle parole delle persone se vengono dette per apparire, "fare colpo", come si fa a credere alle gesta delle persone se si sa che ogni nostro attimo è visibile al mondo, viene ripreso e condiviso con tutti e quindi che forse lo si fa più per apparire che perché lo si sente davvero, e poi ci si lamenta che il mondo è questo, come si può crescere in un mondo così, per forza che poi nulla ha più valore e certe gesta, dalle più belle alle più brutte vengono fatte così, senza saperne il significato senza darne nessun significato. Abbiamo così tanto e tantissime potenzialità, ma vengono usate così male. Io ormai non credo più a nulla né a quello che vedo né a quello che sento perché mi viene sempre il dubbio che tutto sia finto, fasullo, ed è bruttissimo, veramente brutto avere sempre questo dubbio, ma come si fa ad non averlo. Certo nel mio piccolo, se posso, cerco sempre di essere di aiuto, di fare un gesto carino e una parola gentile, ma poi ti rendi conto che non serve a nulla, o non viene capita, o viene recepita in modo diverso dalla semplicità del gesto stesso, o viene vista come un'intrusione.o..o..ce ne sarebbero di o..ma è tutta colpa della finzione globale che non ti fa credere più a nulla. scusate ma mi scappa un.."che schifo" perché poi alla fine ci va di mezzo sempre quelle poche persone che sono reali, sincere e vere. La colpa è di tutti noi e ormai non vedo come si possa migliorare. Siamo vagabondi alla ricerca di emozioni, di sentimenti, di sincerità che non esistono più..dando valore ed importanza al nulla. Voglio sempre credere che non tutto sia proprio così, ma è difficile. per fortuna poi sono uscito di casa ed osservando l'immensità del cielo azzurro infinito ho sorriso e mi sono detto.. "è tutto così meraviglioso ed è tutto così sprecato, io non spreco nulla, credo nella vita e si va avanti, in questa strada desertica qualcuno prima o poi incontrerò.."

Faccio fatica... faccio fatica a credere alle parole ormai vengono talmente abusate, dette così per far colpo che non sai più a cosa credere e a chi credere, si fa davvero fatica a credere alle persone e a fidarsi delle persone.. faccio fatica a capire perché ci sono molte parole, molti discorsi e pochi fatti, ho sempre pensato che siano i fatti a contare e ho sempre fatto ciò che ho detto per non sentirmi in colpa innanzitutto più con me stesso e poi verso gli altri perché continuare a parlare e non fare nulla alla fine sei nulla.. faccio fatica a capire perché le promesse non vengono quasi mai mantenute, sarà che mi sentirei in colpa da morire a non mantenere una promessa, faccio fatica a capire perché ci si nasconde, perché si nascondo i sentimenti invece che vivere tutto in prima persona, sarà che così si sbatte la faccia spesso, ma almeno si vive, io la faccia ce la metto sempre. faccio fatica a capire certe parole tanto elaborate e complicate quanto il loro significato sia nullo. faccio fatica a capire perché non si ha più il tempo per nulla, se davvero si vuole il tempo e un tempo per tutto c'è, faccio fatica a capire perchè è tutto così complicato, difficile quando a me sembra così semplice e facile, sarà che è più facile dire così e non fare nulla che rimboccarsi le maniche e mettersi a fare così da rendere superabile ogni cosa perchè ogni cosa è superabile. faccio fatica a capire perché se si è istintivi per gli altri si sbaglia sempre, io rimango istintivo, sbaglierò spesso ma son così. faccio fatica a capire perché a volte sembra che la gente voglia complicare tutto, io tendo a semplificare. faccio fatica a credere che non si creda in un domani, in un sogno, ogni giorno è un sogno perchè nulla ci è dovuto, nulla è scontato e ogni istante è unico, nel bene e nel male, la vita ci offre così tanto e chiede così poco. basta viverla. faccio fatica a capire e a credere a molte cose. sarà colpa mia. perché non può essere così tutto complicato.. o allora si che sono strano io che non capisco nulla.

Caro Babbo Natale. se credi in te, se credi in un sogno il sogno si avvera ed è realtà. Cosa vorrei..non vorrei troppe cose perché alla fine tutto si racchiude nella semplicità e bellezza della vita e di quello che ci circonda, vorrei che la gente si soffermasse di più ad osservare la vita e ad osservarsi, ma non con superficialità, ma nel profondo, nell'andar oltre all'apparenza, aver voglia, il tempo, la pazienza di scoprire e scoprirsi, che la gente non dia mai nulla per banale e scontato, dal naturale ciao al semplice scambio di sguardi, che tutto sia fatto con la voglia di dare senza aspettarsi nulla, con la sola voglia di donare perché è mentre doni che hai ed esserci ti fa essere. Vorrei che la gente non si aspettasse più nulla perché sarebbe normale, normalità il tutto ed invece, molte volte, la gente si aspetta sempre qualcosa. caro Babbo Natale, la vita, il vissuto ha reso la gente diffidente, timorosa e nello stesso tempo pretenziosa, vorrei che non fosse così, che tutto fosse semplice, sincero come dovrebbe semplicemente e sinceramente essere, solo noi riusciamo a complicare questa semplicità senza capire che così si complica tutto, rendendo tutto il nulla, non ci sono più valori, principi, siamo alla deriva di parole senza senso, di sorrisi di apparenza, di felicità apparente perché ci si rinchiude nelle proprie mura avendo paura di aprire e che la gente entri, ma la vera paura dovrebbe essere che nessuno voglia entrare. Vorrei più porte aperte, tutti siamo qui a condividere tutto ma in realtà condividiamo una finta parvenza di noi, quello che vorremmo essere e che non siamo, quello che vorremmo e non abbiamo, diciamo senza dire nulla. Alla fine vorrei semplicemente più sincerità e meno paura del prossimo perché ci sono ancora persone bellissime lì fuori pronte a dare, donare molto, ma che si trovano davanti muri insormontabili, persone che non ci appaiono perché non sono luminose esternamente, ma lo sono internamente e dove molte volte non arriviamo fermandoci prima, persone chiuse che non riescono ad aprirsi, ma il sole filtra solo se apriamo, se solo avessimo più fiducia nel prossimo, vorrei per ognuno di noi più speranza, fiducia, calma, serenità e meno cattiveria, il bene maggiore è aver qualcuno con cui condividere un sorriso e una lacrima non dimentichiamolo mai.... un cuore vagabondo alla ricerca di un battito d'emozione.

Tomma '02-'17

 

Copyright © 2002-2018 tommaweb.it by Tommasini Michele - Tutti i diritti riservati.    
 

 

Dopo....mi alzo     Vorrei...     Una foglia   L'infinito           L'istante   Eccoti lì...    
Ogni mattina   Una fredda calda sera Un nuovo tramonto per un lungo cammino  
Per te   E rimasi solo Aspetta       E se domani il mondo finisse...
1988                
            Un anno... Ogni giorno...tu     La luna....   Quella strada...   Eccomi qui
E adesso Ti ho amato....addio.....       Per quelli che...     E ora basta...    
Una lacrima e un sorriso.... E mi ritrovo...     Un sabato          
Io e te e il mare...         Due semplici parole   passo dopo passo....
Ti vidi...istante infinito...     All’inizio…e poi…l'infinito
                                         
Non siamo soli... se lo vogliamo     Non aver paura di vivere....
Un giorno, l'ultimo giorno La strada...la vita..
Il vento   Lì ferma, immobile, statica... Il tempo (c’è un tempo per tutto, ma c’è)
altri prensieri parte 1.... altri prensieri parte 2....     altri prensieri parte 3....
                                 
  ed inoltre........                            
                                 
  Tomma Poetico             Tomma Pensiero       Tomma Filosofico
                                                                                 
 
Copyright © 2002-2018 tommaweb.it by Tommasini Michele - Tutti i diritti riservati.